Annamaria Ajmone

Annamaria Ajmone

Venerdì  6 novembre 2015 / Ore 21 / La Vetreria, sala Il Crogiuolo

Tiny

Tiny porta avanti la ricerca iniziata con il precedente lavoro [In]Quiete. Se quest’ultimo è incentrato sull’analisi delle tensioni fisiche e psichiche indotte dall’esterno, Tiny vuole essere un lavoro più raccolto, più intimo, un viaggio tra la pelle e le ossa in una metamorfosi continua. La ricerca coreografica indaga il termine “abbandono” inteso come “affidarsi a se stessi”, perdersi nel proprio spazio interiore. In Tiny il corpo è esplorato come un archivio popolato da memorie personali e culturali, fantasie, forze invisibili, echi lontani, suoni, odori, immagini. Individuo e seleziono tracce di me, costruisco un percorso da attraversare. Il processo di metamorfosi interiore si confonde con quello esteriore, contamina lo spazio in un gioco di risonanza.

Di e con: Annamaria Ajmone
Musiche: Marcello Gori
Disegno luci: Giulia Pastore
Consulenza artistica: Giovanna Cicciari
Organizzazione e cura: Giulia Basaglia

Vincitore Dnappunti Coreografici 2014 nell’ambito di Festival RomaEuropa

www.annamariaajmone.com

 

ph: Franco Casu

ph: Ilaria Demurtas

ph: Ilaria Demurtas

Competenze

Postato il

12 ottobre 2015