Stefano Galanti

Stefano Galanti

Venerdì 18 novembre 2016 / La Fucina @ La Vetreria
Proiezione dopo lo spettacolo delle ore 21

Smarra: Palinopsia

Video entanglement, 18’, 2013

Ispirato al racconto “Smarra ou les Démons de la nuit” di Charles Nodier, racconta, attraverso found footage e immagini originali, l’apocalisse come transizione di stati entropici fra universi inanellati, beffardo saṃsāra di un grottesco demone invisibile.
La parte finale del video, un ragazzo che tenta di governare una barca troppo grande e troppo pesante sulle limacciose acque del Gange, diventerà base e ispirazione per lo spettacolo “Sopra di me il diluvio” di Enzo Cosimi, vincitore del Premio Danza&Danza 2014 Migliore produzione italiana dell’anno.
“Smarra: Palinopsia” nasce nel 2012 su commissione della Compagnia Enzo Cosimi per la serata del Teatro Argentina My_Day_May_Day , che il Teatro di Roma ha dedicato al coreografo romano, incentrata sul naufragio come condizione del contemporaneo.

 

Dark Wasa

Found footage, 4’, 2014, alternative edit

“Dark Wasa” è il filmato che compare all’improvviso, dopo 45’ minuti di nebbia materiale e video sulla vecchia tv posta al centro della scenografia dello spettacolo “Sopra di me il Diluvio” della Compagnia Enzo Cosimi, e che segna la metamorfosi finale della danzatrice Paola Lattanzi. Attraverso immagini così false da sembrare vere e così vere da sembrare false, Dark Wasa è l’Africa post coloniale, magica e crudele, malata e perturbante.

 

Stefano Galanti (Roma, 1968) è filmmaker, documentarista, motion designer, esperto di controculture e cinema asiatico. Ideatore di magazine e festival di cinema e linguaggi sperimentali (tra cui OFF Overdose Fiction Festival), ha presentato i suoi lavori in contesti internazionali quali la Biennale di Venezia. Dal 2012 collabora con la Compagnia Enzo Cosimi.

Competenze

Postato il

20 settembre 2016