Ticonzero

Ticonzero

Dal 3 al 25 novembre 2017, apertura dalle 20,30 / La Fucina @ La Vetreria
Performance sabato 4 novembre, ore 22

Geofonie tattili

Installazione
E’ un’installazione interattiva formata da 4 mappe geografiche ed emotive. Ogni mappa consta di 12 zone sensibili al tatto. Toccando le zone si attivano differenti paesaggi sonori. ( geofonici, antropofonici, biofonici ). L’installazione vuole essere una riflessione sul paesaggio sonoro che ci circonda e che investe non solo l’udito ma anche il corpo e le nostre emozioni. Il paesaggio sonoro è veicolo di storie, di identità, di emozioni e memorie e in quanto tale riveste un’importanza fondamentale a cui l’uomo attribuisce valori e significati profondi.

L’ambiente sonoro «non è soltanto ciò che è esterno a noi – come siamo abituati a pensarlo nella nostra cultura di tipo visivo – ma include anche il lato ‘paesaggistico’ nell’accezione traslata come paesaggio emotivo o mnemonico».
Pertanto il concetto di Paesaggio sonoro è fortemente legato ad una sua localizzazione geografica, al luogo che rappresenta e alla sua riproducibilità come elemento di fruizione dei singoli e testimonianza di uno spazio in un determinato arco temporale.

Ideazione e realizzazione: Alessandro Olla
Collaborazione tecnica: Andrea Deidda, Stefano Cocco.
Performance
La performance  di improvvisazione nasce intorno all’installazione
I 4 pannelli sonori che compongono l’installazione vengono utilizzati come veri strumenti musicali capaci di attivare ambientazioni sonore in relazione a strumenti tradizionali come il clarinetto, a strumenti acustici sperimentali e alla musica elettronica . I 4 musicisti si muovono attraverso i pannelli sonori esplorando geografie tattili ed  emotive che vogliono aprirsi a  percorsi musicali inattesi.

Con: Alessandro Olla, Andrea Deidda, Stefano Cocco, Francesca Romana Motzo.

Competenze

Postato il

14 settembre 2017