Francesca Foscarini

Francesca Foscarini

Venerdì 26 ottobre, ore 21
Sabato 27 ottobre, ore 19
Teatro Massimo (sala M3)

 

Vocazione all’asimmetria

 

Secondo Emmanuel Lèvinas nel semplice incontro di un essere umano con l’Altro si gioca l’essenziale, l’assoluto. Nella manifestazione, nell’ epifania del Volto dell’altro scopro che il mondo è mio nella misura in cui posso condividerlo con l’Altro. Da questa tensione, da questa impossibilità di sottrarsi all’Altro, che il filosofo lituano chiama “asimmetria”, prende origine e si sviluppa il nuovo lavoro di Francesca Foscarini, Vocazione all’asimmetria, un lavoro in forma di duo che si rivela cautamente, in un alternarsi di assoli e momenti insieme, di tempi per mostrarsi e tempi per incontrarsi, di scoperta di ciò che divide e di ricerca di quel che unisce e forma un Noi possibile. I due danzatori, nel desiderio di essere con l’Altro ma anche nella resistenza a annullarsi, nell’alternarsi di esserci e non esserci, di essere per sé e essere per gli Altri, accompagnano lo spettatore in una visione attiva e partecipata di una continua trasformazione di identità e di ruoli che si manifesta in quel tempo dell’accadere che è il presente, e attraverso lo sguardo, la voce, il farsi e il disfarsi della danza, svela, nasconde, rivela quell’alterità che sempre si cerca, che sempre ci sfugge.

 

Progetto: Francesca Foscarini
Creazione e interpretazione: Francesca Foscarini, Andrea Costanzo Martini
Supporto tecnico: Luca Serafini
Musiche originali: Andrea Cera
Accompagnamento alla ricerca: Chiara Bortoli
Produzione: VAN
In coproduzione con: 3 Bis F Lieu d’Arts Contemporains Aix En Provance (FR), Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa (IT), Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee (IT), La Briqueterie (FR), Les Brigittines (BE), MASDANZA The International Contemporary Dance Festival of the Canary Islands & Sala Insular de Teatro-Cabildo de Gran Canaria (ES), Uovo e Next Laboratorio per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo – Edizione 2015 (I), Tanzhaus Zürich (CH), TripSpace Projects London (UK)
Con il sostegno di Istituto Italiano di Cultura Madrid (ES), Istituto Italiano di Cultura di Londra (UK), Yasmeen Godder Studio Jaffa Tel-Aviv (IL), MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali

 

Foto: Ilaria Costanzo

 

 

Competenze

Postato il

20 settembre 2018