Domenica 25 ottobre, ore 19
Teatro Massimo

 

Igor e Moreno
Beat

Beat nasce dalla necessità di mettere in discussione cosa significa far parte di una generazione cresciuta con la promessa di infinite possibilità. Immaginiamo lo spettacolo come una celebrazione della fatica, del dolore, e dell’incertezza di decidere giorno per giorno – momento per momento – chi siamo. Una persona. Sul posto. Reinventandosi continuamente.
Il desiderio è che Beat generi riflessioni sugli aspetti sociali e comportamentali di come ci identifichiamo e come mettiamo in scena la nostra identità – genere, etnia, cultura, nazionalità, classe sociale. Alla ricerca di modalità per generare una sensazione di liberazione, la cultura “club” e l’utilizzo ricreativo di stupefacenti costituiscono un punto di riferimento per l’estetica della coreografia di Beat e una linea di indagine per esaminarne gli effetti sulla nostra percezione degli altri e del mondo che ci circonda, su come troviamo libertà, su come ci auto rappresentiamo. BEAT è per noi un’opportunità per mettere in discussione il significato di ‘scala’. Resistiamo a comprenderla come una traiettoria in espansione di budget e cast; allo stesso tempo, non rinunciamo alle nostre ambizioni. Ci chiediamo: come può un performer solo fermo sul posto generare un’esperienza per una grande folla?

Performance: Margherita Elliot
DJ: Martha
Disegno Luci: Seth Rook Williams
Set e costumi: KASPERSOPHIE
Aiuto drammaturgico: Simon Ellis
Orecchio Esterno: Alberto Ruiz Soler
Direttore di Produzione: Fergus Waldron Produzione: Sarah Maguire
Direzione: Moreno Solinas, Igor Urzelai Immagini: Alicia Clarke
Co-prodotto da Theatre de la Ville
Supportato tramite fondi pubblici da National Lottery attraverso Arts Council England. Commissionato da The Place, The Lowry e Cambridge Junction
Supportato dall’Ufficio deign Affari Culturali e Scientifici dell’Ambasciata Spagnola a Londra, Siobhan Davies Dance, Dance4, Workshop Foundation, Dantzagunea, l’Animal a l’Esquena, BAD Festival, S’ALA e The Point

Igor Urzelai e Moreno Solinas sono artisti Work Place presso The Place e Artisti Associati a TIR Danza

 

 

Foto: Alicia Clarke