RESIDENZE

Agosto 2022 – Cagliari

NICOLA VACCA E FLORA GAUDIN
LA FIÈVRE D’UN DIMANCHE APRÈS-MIDI (titolo provvisorio)

La fièvre d’un dimanche après-midi è un duo coreografico per tre interpreti incentrato sul tema del fallimento, che vuole mettere in discussione il nostro rapporto con noi stessi e con l’altro in una società in cui tutto è basato sulla realizzazione e sull’efficienza. Per tutta la durata della vita si impara, si costruisce, si lavora, si incontrano persone, si ama, si pianifica, ci si mette alla prova, ci si pone obiettivi da raggiungere dispiegando una gran quantità di energie e nonostante questo, a volte, si fallisce. In un sistema in cui il fallimento non trova spazio come possiamo adattarci noi esseri umani intrinsecamente imperfetti e fallibili?

 

Agosto 2022 

DONATELLA MARTINA CABRAS & GIULIA CANNAS
CALL FOR AUDIENCE

Decidiamo di vedere una performance perché qualcosa RI-chiama la nostra attenzione, ma scegliamo o siamo scelti? Quando danziamo di fronte a qualcuno è quel qualcuno che ci chiama? O ci chiama più forte un’idea, un committente, una necessità? Qual è stata la nostra prima esibizione per un pubblico? Cosa ricordiamo di quella chiamata? Quale parte di noi abbiamo mostrato? Chiamata come vocazione o chiamata come selezione? Queste sono le prime domande da cui siamo partite e attraverso cui vorremmo riflettere sullo stato del performer, osservandolo da diverse angolature, partendo dall’idea di prestazione e arrivando al più profondo senso di fragilità che scaturisce dall’esposizione di sé.

 

Settembre 2022

FRANCISCO CAMACHO
VIAGEM SENTIMENTAL

Assemblage è il titolo provvisorio della mia prossima creazione di gruppo, basata su un dialogo scenico tra danza, immagine video e parola o narrazione come parte strutturante della colonna sonora. La sua costruzione segna una differenza nei miei soliti modelli di processo, dato che arriva a ridosso del progetto continuato Viagem Sentimental, iniziato nel 2017. Da allora, ho viaggiato in diverse regioni e incontrato diverse realtà del Portogallo – come anche a Nuoro, in Sardegna realizzando spettacoli sempre diversi ma partendo da una metodologia di lavoro comune, basata sulla ricerca in ciascuna delle aree geografiche visitate.

 

Settembre 2022 – Cagliari

SARA MARASSO
THE WALL DIALOGUE RESISTANCE

 

Novembre 2022 – Cagliari

CRISTINA RIZZO
NUOVA CREAZIONE

 

Novembre 2022 – Nuoro

IGOR&MORENO
KARRASEKARE

 

Dicembre 2022 – Cagliari

SIMONA BERTOZZI
Il sé è un danzatore (titolo provvisorio)

Con questa affermazione riferita alla divinità Siva, Vasugupta, pensatore del IX secolo vissuto nella valle del Kashmir, intendeva dire che, facendo esperienza dell’incessante movimento dei corpi, – di quello stato creaturale che si ripropone come condizione del vivente, – si accoglie la molteplicità come stato fondante di una coscienza universale.
Apparteniamo a tutto, ci contaminiamo ininterrottamente.
Immergersi in questa danza dei corpi, di tutti i corpi: umani, animali non umani, vegetali, rocciosi, fossili, atmosferici, metallici, significa proiettare il percorso individuale fuori dalla quotidianità, dalle logiche di causa effetto, dal confine della persona. 

È una tensione verso la meraviglia, verso stati di quiete e furore che mutano il peso specifico della materia, delle anatomie, dei volumi dell’aria.
Partendo da queste suggestioni, con l’intento di dare forma a un processo che interrogherà le singolarità per accogliere le trasformazioni del vivente, si darà forma a un percorso di studio del movimento, di ricerca e creazione coreografica in cui l’agire individuale attraverserà molteplici dinamiche di embodiment per entrare in relazione e in accordo corale con l’altr* da sé.

– Il percorso si rivolge a danzatrici e danzatori con buona esperienza di studio della danza contemporanea e classica, con attitudine alla pratica di improvvisazione e alla composizione.
– Prima sezione di lavoro prevista dal 15 al 22 Dicembre.

– Laboratorio /audizione con la presenza del musicista Simon Balestrazzi

La creazione procederà nel corso del 2023